• hikikomori
    Dipendenza da Internet,  Genitori Digitali

    Hikikomori, cosa è e come uscirne

    L’hikikomori  è un termine giapponese (la cui traduzione è “mi ritiro”) introdotto nel 1998 dallo psichiatra giapponese Saito per riferirsi a tutti quei ragazzi che volontariamente si isolano per un periodo lungo all’interno della propria casa. Un fenomeno da molte sfaccettature ma soprattutto molto subdolo. I giovani scelgono di abbandonare scuola e amici e rimanere chiusi nella propria stanza, senza alcun contatto con il mondo esterno se non attraverso la rete. È una sottocategoria dei “neet”, termine usato per chi non vuole né studiare né lavorare: gli hikikomori possono essere anche neet, alcuni neet sono anche hikikomori. La caratteristica principale di questi ragazzi è il rifiuto della società manifestata tramite…

  • dad
    Educazione Digitale,  Genitori Digitali

    La DaD: condannata o assolta?

    In questo periodo pandemico, fatto di scuole deserte e tutti collegati da casa in Didattica a Distanza (DaD), l’obiettivo degli insegnanti è stato cercare di mantenere un contatto con gli alunni e, soprattutto, con le famiglie. Per sostenere la socialità ed il senso di appartenenza alla comunità scolastica, cercando di garantire una continuità didattica e una progettualità per il futuro, facendo spazio all’autovalutazione, alla riflessione, alla motivazione e alla collaborazione dei ragazzi. Un obiettivo sfidante, per raggiungere il quale si è reso necessario rimodulare le discipline e i moduli da trattare durante l’anno scolastico, pensando e attuando nuove strategie educative e formative calibrate sulle reali esigenze degli studenti. Consapevoli che…

  • dipendenza da videogiochi
    Dipendenza da Internet,  Dipendenze Tecnologiche,  Genitori Digitali

    Dipendenza da videogiochi: cause, sintomi e cura

    Molti genitori, insegnanti ed educatori si interrogano sui pericoli per i giovani derivanti dall’esposizione continua a immagini di violenza e all’uso eccessivo dei videogiochi.  Oltre a questi, il timore è che quello che dovrebbe essere un passatempo si trasformi in una dipendenza e, qualora si tratti di videogiochi online, esponga i minori a possibili adescamenti. Taluni ritengono che l’unica soluzione possibile sia quello di proibirne l’utilizzo o di interrompere le sessioni di gioco, anche se ciò diventa motivo di litigi e conflitti. I dati sono allarmanti: in Italia i dati di inizio 2020 indicavano 300.000 adolescenti che passavano anche 80 ore alla settimana davanti a games come Fortnite. Numeri che,…

  • generazione h parsi
    Educazione Digitale,  Libri da leggere

    Generazione H di Maria Rita Parsi

    «Dice Aristotele: “Chi non conosce i propri limiti, tema il suo Destino”. Temo, per la Generazione Z, a rischio “Hikikomori” che chiamerò, sinteticamente, Generazione H, il Destino che la mancanza di limiti del mondo virtuale potrebbe preparare, proporre e, soprattutto, imporre loro» Maria Rita Parsi – incipit del libro Inizia così il libro di Maria Rita Parsi, “Generazione H”, in cui la psicologa, da sempre impegnata nella tutela giuridica e sociale di bambini e adolescenti, affronta i problemi educativi, relazionali e psicologici originati dalla rivoluzione digitale.Indagando proprio sulla generazione di ragazzi esposti sin dalla più tenera età alla seduzione del web. Chi sono, cosa pensano e cosa vogliono gli adolescenti…

  • violenza sulle donne
    Educazione Digitale

    In tempo di coronavirus, violenze domestiche e reati informatici

    Nel periodo di emergenza coronavirus la maggior parte dei cittadini resta a casa, in ottemperanza alle indicazioni governative.Una convivenza forzata e prolungata dei nuclei familiari che, insieme all’incertezza economica e l’instabilità sociale, potrebbe incidere negativamente sui contesti familiari più problematici.Potendo portare, in casi estremi, alla commissione o reiterazione di atti di violenza domestica e di genere. Un dramma nel dramma. Le evidenze In un rapporto pubblicato sul sito istituzionale del ministero dell’Interno, ed elaborato dalla Direzione centrale della polizia criminale del Dipartimento della pubblica sicurezza, si evidenzia un calo del 64,2% dal 1 al 22 marzo dei reati commessi sul territorio.Risultato inevitabile visto il contenimento degli spostamenti. I reati informatici…

  • Binge Watching vere abbuffate di serie televisive e streaming
    Dipendenza da Internet

    Dalle videocassette al binge watching

    In passato erano definite “maratone televisive”. Oggi si chiama binge watching, un composto dall’inglese “binge” (gozzoviglia) e “watching” (visione). Vedere consecutivamente, una dopo l’altra e senza sosta, le puntate di una serie TV o streaming, una vera e propria “abbuffata”, in preda a un attacco bulimico incontrollabile. E proprio perché rispetto a qualche decennio fa è cambiato il modo di fare televisione, è impensabile che non lo sia anche il modo di guardarla. Basti pensare allo scorso dicembre quando, lasciato alle spalle l’entusiasmo per “Il Trono di Spade” (Game of Thrones), Netflix ha rilanciato inarrestabile la sua strategia dell “all you can watch” con la serie fantasy “The Witcher”. L’Internet…

error: Il contenuto è protetto